Sergio Marchionne, il mistero sulle condizioni di salute - Blog CardioExpert - Tutte le novità sulla Cardiologia - CardioExpert

Cerca
Centro Specialistico Cardiologico Vascolare --- In sede si esegue Check up Cardiologico, Esami Diasgnostici come Coronarografia, Indagine Emodinamica, Risonanza Magnetica, Ecocolordoppler (TSA), Angiografia con Risonanza, Coronaro TC, Angio TC, Angiografia, ECG ad alta risoluzione, ECG da sforzo, Ecodoppler, Elettrocardiogramma ECG, Ecocardio Color Doppler, Ecocardiogramma e Monitoraggio Arterioso in Torino
Vai ai contenuti

Menu principale:

Sergio Marchionne, il mistero sulle condizioni di salute

Pubblicato da Dr.Guidalberto Guidi in News · 27/7/2018 08:20:00
Tags: SergioMarchionne


Dopo le dichiarazioni di Grande Stevens non restano molti dubbi: Fumo di Sigarette + malattia= cancro al polmone. Equazione obbligata, che può spiegare il dramma del Manager. Alcuni tipi di tumore polmonare sono molto aggressivi e incontrastabili anche con le recenti terapie monoclonali, inoltre invadono rapidamente la zona più esterna del polmone e quindi la pleura. Possono infiltrare i plessi nervosi presenti in prossimità, e questo provoca dolori lancinanti al dorso e alle spalle….questo in parte spiega il comunicato ufficiale che parla di “intervento alla spalla”. Se avessero tentato un intervento di asportazione o di “decompressione” dei fasci nervosi si sarebbero trovati di fronte a innumerevoli ostacoli vista l’estrema vicinanza anatomica con i grossi vasi arteriosi e venosi, aorta compresa. L’insorgenza di una complicazione secondaria a lesione di queste strutture è un ipotesi plausibile- inoltre dobbiamo ricordare che questi tumori alterano i meccanismi coagulativi del sangue e predispongono alle trombosi. Se si è verificata una trombosi secondaria con embolia polmonare con arresto cardiocircolatorio o un accidente vascolare cerebrale acuto, ecco spiegato il repentino peggioramento con condizioni definite “irreversibili”. Per chi vuole approfondire il danno da fumo ecco un FOCUS:
FUMO - Per la prima volta dal gennaio 2005, anno in cui entrò in vigore la legge che vietava il fumo nei locali pubblici, possiamo fare un bilancio sicuramente positivo, con una riduzione di eventi cardiovascolari e infarti di circa il 10%. Proprio in questi giorni i dati sono stati resi ufficiali anche dall’Università di Torino e verranno presto estesi a tutto il territorio nazionale. I ricoveri causati dal fumo di sigaretta in Piemonte sono circa 25.000 all’anno con una mortalità del 5%, gli infarti e le sindromi coronariche acute sono circa 5.000. Da ciò si deduce un costo sociale e di vite umane inaccettabile. Ribadendo il concetto di prevenzione, dobbiamo ricordare come l’astensione dal fumo sia socialmente utile ed estremamente economica, praticamente “a costo zero”, rispetto a terapie farmacologiche. Perché la prevenzione sia e continui a essere efficace è necessaria la consapevolezza, da parte dei fumatori e di coloro che devono conviverci, dei meccanismi che portano ai devastanti effetti sulla salute.
Ogni sigaretta può provocare uno spasmo vascolare nei vari distretti, sia cerebrale sia coronarico, e questo è stato dimostrato nel corso di coronarografia dagli studi condotti da ricercatori italiani. Se lo spasmo si manifesta su un vaso sano non vi sono conseguenze serie, se invece avviene su un vaso già compromesso, per esempio in corrispondenza di una placca aterosclerotica, le conseguenze possono essere anche gravi fino alla completa ostruzione del vaso e interruzione del flusso sanguigno con conseguente infarto o ictus. Un ulteriore meccanismo lesivo del fumo è quello che si manifesta cronicamente sulla superficie interna dei vasi e tessuto polmonare, una sorta di infiammazione chiamata disfunzione endoteliale, e contemporaneamente sui fattori della coagulazione: da un lato indebolisce lo strato protettivo interno a diretto contatto con il sangue, dall’altro aumenta la coagulabilità del sangue e riduce i fattori antitrombotici, facilitando così i meccanismi della trombosi. È stato calcolato che il danno provocato da una sigaretta richiede circa 2 ore per essere neutralizzato dalle naturali difese dell’organismo, che è costretto a utilizzare tutti i suoi antiossidanti endogeni. Questo meccanismo non è infinito e andrà così a esaurirsi lasciando i vasi sanguigni in balia dell’asfissia e dello stress ossidativo, responsabile anche della degenerazione cancerosa con conseguenze anche gravi, talvolta letali, per l’apparato cardiovascolare e polmonare.
Guidalberto Guidi



6 commenti
Voto medio: 0.0/5
1 2
1 2

 
Nuvole
macchinari cassano Juventus Viagra consumo venose esame concerto grassi Carotideo polmonare ecocardiogramma valori Metabolica Death generazione esercizio Coronaro aortica en Aneurisma medico farmaci miocardico vita DIAD Ecodoppler morire Attacco cardiopolmonare Morte Cardarelli imparare vegetariano antiipertensivi cantante lungo Cardiologia londra Specialistica Fisiopatologiche a Body Olio FC Malattie corsia ECG cardiologico Margarina Infarto saturi Vene Prevenzione cardiaci Visite medica Diagnostico Napoli Elettrocardiogramma malato curoe up giornata Pronto fumo tre Trapianto fisica diabete.Cardiologia cardiovascolare l’Aterosclerosi acqua TC Cardiovascolare mediterraneo clamys Airway berlusconi trapianto cardiaco apparato Diagnosi folli diabete Jackson valvola ictus pedane Parkinson Angio Total Mediterranea cardiaca alimentazione vizio Cerebrali contro saluteedelgusto come regole Valvolare fisico Sprechi intervento screening gusto pubblica Screening bianche notturne Rosa estate infiammazione cardioexpert malattie salvare massaggio apnee prevenire Endovascolare alcool arteriosa rianimazione LDL Sindrome fianchi Breathing sesso Marchionne strumental mediterranea Aneurismi tabacco attività ricoveri striscia ultima ischemia Cardiovascolari prenotazione Comuni Europa ambulanze Terapia remise Ortopedia Burro alimenti Medicina muore Massoterapia cardiologia Studio Paziente DASH Astori malore di Davide Estetica sana tumori mango quanto Ecg invecchiamento cattivo Ischemico coronaroTC cardiache Addominale Giornata obesità dieta umane Sostituzione sport Centro Sergio Guidalberto larghi varici cardiologo apparecchiature d’oro forme mondiale Pino tromboembolia tsa malattia Neurologia Venosa dottor Dieta il all’anno Charlie Chirurgia colesterolo dott.Guidi sanità cuore torino Cardiologico cosa HDL patologie Cause curare 100.000 sintomi infarto cadavere aspirina juventus morte Aorta pressione asa Cardiaco Aortica cronica danni antidepressivi vite Up la Regredire Torino CoronaroTC Ecocardiogramma nicole pomodoro neonata Guidi donne natale cura carni diabesity Fisioterapia debole Daniele Esami arterie Rischio rischi Check check Extravergine moriredisport guidi vivere ipertensione Osteopatia problemi notiza regala libro Scompenso centro prevvenzione mangiare Cardiologo Michael Filippide librodella Cardiache cardiovascolari salute prevenzione vibranti stress notizia soccorso Ipertensione sonno

COME SEGUIRCI


  • Iscrizione Newsletter
  • CardioBlog
  • Installa la App
  • Facebook
  • Twitter
  • Youtube
  • BlogSpot
  • SERVIZI


  • Check up Cardiologico
  • Esami Diagnostici
  • Patologie Cardiache
  • SHOP ON LINE


  • Cuore Mediterraneo|il Libro
  • Acquista il manuale
  • Prenotazioni Visite ed Esami
  • INFO


  • Dr.Guidalberto Guidi
  • Dove Siamo
  • Contattaci
  • LINK AMICI


  • Il Cardiologo Amico
  • Juventus F.C.
  • ABC Salute
  • Torna ai contenuti | Torna al menu